Andare. Camminare. Lavorare.: L'Italia raccontata dai by Angelo Ferracuti

By Angelo Ferracuti

Se un occhio potesse osservarli tutti adesso, li vedrebbe contemporaneamente, i tanti portalettere italiani, con passi differenti e diversa altezza, colore dei capelli, occhiali da sole e da miopi. Passi diversi, tutti in movimento, frenetici su giroscale deserti, impettiti in attesa davanti al cancello di una palazzina residenziale, fermi sulle soglie degli appartamenti, attraversare in bicicletta una cittadina della provincia fischiettando, dentro le vehicle di servizio nelle vie di città o negli scooter lanciati sui rettifili, lentamente avanzare a velocità ridotta sulle stradine solitarie di una campagna con prati verdi e alberi secolari.

Sanno dei morti, quelli che non ci sono più, li ricordano ogni volta che arrivano sulle soglie degli appartamenti, sbirciano una fotografia appesa alla parete, conoscono gli avi dai molti racconti dei parenti sopravvissuti, alcuni di loro hanno visto nascere i figli dei figli di quelli che se ne sono andati, contano le somiglianze. Se volete sapere di un certo Gregorio, un notaio del Centro Italia, il suo portalettere sa che andava in vacanza ogni anno a Ginevra e che period scapolo. Alcuni dicevano avesse una donna da quelle parti, altri avrebbero giurato una figlia illegittima avuta con una donna della borghesia lombarda, s’erano fatte parecchie congetture ma sul manifesto funebre c'era solo il nome di un lontano nipote. Ecco, quel notaio period abbonato a riviste di storia e numismatica, aveva un boxer tigrato dal muso nero, fumava toscani, antichi toscani, e prima delle feste comandate potevi famous person certo che ti aspettava sulla soglia, e quando arrivavi all’altezza dello zerbino sfilava dal portafogli una bella banconota e te l. a. dava in mano dicendoti: “Auguri postino”.

Angelo Ferracuti ha seguito questo esercito di portalettere consistent with città, villaggi e contrade, raccogliendone le esperienze e i racconti in keeping with restituirci le trame imprevedibili di un paese e di un popolo in movimento.

Show description

Read Online or Download Andare. Camminare. Lavorare.: L'Italia raccontata dai portalettere (Italian Edition) PDF

Best travel in italian books

L'Italia è un bosco: Storie di grandi alberi con radici e qualche fronda (Italian Edition)

Gli alberi delle nostre città: li sfioriamo, talvolta li tocchiamo, ma non li conosciamo. Nel bel libro di Tiziano Fratus si racconta del superlativo patrimonio naturale che abbiamo sotto gli occhi: anche le nostre città sono piccole oasi. Antonio Pascale, "Corriere della Sera"Il tronco a campana rovesciata, quindici metri alla base, di six hundred anni, nel Parco dei Castagni secolari in Emilia Romagna; gli alberi delle specie esotiche, come il Ficus macrophylla australiano di piazza Marina a Palermo, messo a dimora nel 1863; oppure le sequoie imponenti del Parco Burcina, a Pollone presso Biella, piantate in line with celebrare lo Statuto Albertino… Sono presenze preziose quelle che incontriamo inoltrandoci consistent with i più sperduti sentieri, negli angoli inattesi dei parchi, nelle ville e negli orti botanici delle nostre città guidati da Tiziano Fratus.

Brasile (Italian Edition)

"Il Brasile offre spiagge di sabbia bianca, foreste pluviali e metropoli pulsanti di vita. A completare il quadro, città coloniale in cui il pace sembra essersi fermato, paessaggi ultraterreni con canyon di roccia rossa, cascate fragorose e isole tropicali circondate dalla barriera corallina" (Regis St Louis, autore Lonely Planet).

Belgio e Lussemburgo (Italian Edition)

"Ricchi di storia ma al pace moderni ed evoluti, il Belgio e il Lussemburgo sono piccoli paesi che offrono grandi sorprese" (Donna Wheeler, autrice Lonely Planet). Esperienze straordinarie: foto suggestive, i consigli degli autori e los angeles vera essenza dei luoghi. Personalizza il tuo viaggio: gli strumenti e gli itinerari in step with pianificare il viaggio che preferisci.

Le controvacanze: Guida semiseria per turisti ostinati (Italian Edition)

Chi non sogna, dopo un anno di duro lavoro, l'attesissimo arrivo delle vacanze? E perché allora spesso, nonostante l'accurata selezione della meta e dei compagni di viaggio, l'esperienza si trasforma in un incubo tragicomico? Laura Zambelli del Rocino risponde a questa domanda che prima o poi ognuno di noi è stato costretto a porsi, regalandoci un' arguta riflessione sui cliché vacanzieri, svelando i terribili retroscena che si celano dietro paesaggi e avventure da sogno.

Extra resources for Andare. Camminare. Lavorare.: L'Italia raccontata dai portalettere (Italian Edition)

Example text

Download PDF sample

Rated 4.58 of 5 – based on 45 votes